Avvia la ricerca
  • 09.01.2020 LEGGE DI BILANCIO 2020: LE PRINCIPALI NOVITÀ SUL LAVORO
    + details
  • 13.12.2019 MINISTERO DEL LAVORO: I RAPPORTI DI LAVORO IN EDILIZIA DALLE COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE - TERZO TRIMESTRE 2019
    + details
  • 09.12.2019 APPRENDISTATO, ART 92 CCNL INDUSTRIA E ART.31 CCNL COOPERATIVE
    + details
  • 02.12.2019 PROGETTO PUOI-PERCORSI DI INTEGRAZIONE SOCIO LAVORATIVA
    + details
  • 19.11.2019 DAL 15 NOVEMBRE ATTIVO IL BONUS PER LE IMPRESE CHE ASSUMONO CITTADINI BENEFICIARI DI REDDITO DI CITTADINANZA E PER GLI ENTI DI FORMAZIONE CHE SUPPORTANO LA LORO ASSUNZIONE
    + details
  • 12.11.2019 CONVEGNO METODOLOGIE E DEMOLIZIONE CONTROLLATA DEI PONTEGGI
    + details
  • 11.11.2019 ORIENTAMENTI, A GENOVA DAL 12 AL 14 NOVEMBRE
    + details
  • 30.10.2019 INIZIATIVE DI MONITORAGGIO BLEN.IT SUI DATI PREVISIONALI RIGUARDANTI LE ASSUNZIONI IN EDILIZIA
    + details
Visualizza tutte le news

Area Scuole EdiliArea Scuole Edili

Facilitatori - Associazioni e SindacatiFacilitatori

pubblicato il Rapporto annuale sulle Comunicazioni Obbligatorie 2019

Pubblicato il Rapporto annuale sulle Comunicazioni Obbligatorie 2019, curato dalla Direzione Generale Sistemi Informativi, Innovazione Tecnologica, Monitoraggio dati e Comunicazione e dall'Ufficio di Statistica dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Le statistiche contenute si riferiscono al flusso dei contratti di lavoro dipendente e parasubordinato di tutti i settori economici nel triennio 2016-2018.  Sono esclusi i lavoratori autonomi poiché non rientrano - a meno di quelli del settore dello spettacolo - negli obblighi di comunicazione.

Per il settore delle costruzioni, il 2018 evidenzia un aumento dei contratti attivati (più 8% rispetto al 2017). Considerando il confronto sull’ultimo triennio, nel 2018 sono stati attivati 609.929, a fronte di 515.219 nel 2016 e 564.593 nel 2017.

Nel 2018 il settore edile è tra quelli che registrano il maggior numero di contratti attivati. Dato probabilmente influenzato anche dalla tradizionale breve durata del singolo contratto che, rispetto a quanto succede in altri settori, determina più contratti attivati nell’arco di un anno alla stessa persona.

Altro dato significativo riguarda la trasformazione dei contratti da tempo determinato a tempo indeterminato. Nel 2018 circa il 71,7% dei contratti sono stati trasformati a tempo indeterminato. Dato interessante che, oltre alle costruzioni, coinvolge trasversalmente tutti i settori economici.

Per determinare l’effettivo miglioramento del fattore occupazionale nelle costruzioni è necessario confrontare il numero di contratti attivati con quello dei cessati. Il 2018 delinea un bilancio positivo di un più 3,7% (confronto attivazione-cessazione). Dato che delinea una tendenza positiva che torna al miglioramento, sebbene il dato debba essere considerato nel contesto degli incentivi previsti dal Ministero del Lavoro (ad esempio quelli dedicati al Mezzogiorno o ai giovani nel Sud).

In allegato le tabelle di riferimento.

Il Rapporto completo al seguente link: https://www.lavoro.gov.it/notizie/Pagine/Pubblicato-il-Rapporto-annuale-sulle-Comunicazioni-Obbligatorie-2019.aspx

Menu della pagina
Indietro Indietro  Stampa la pagina Stampa la pagina
Torna su Bookmark and Share
 

sbc